... saranno trattati meno severamente di voi

Martedì 14 luglio 2020 - 15a settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 11, 20-24 - Oggi, non chiudete il vostro cuore, ma ascoltate la voce del Signore.

Leggi tutto...

30 giugno – Marziale di Limoges o San Marziale, chiamato anche Apostolo della Gallia o Apostolo di Aquitania, è tradizionalmente il primo vescovo di Limoges. Fondatore della Chiesa dell'Aquitania, è l'omonimo santo patrono di più città, villaggi e luoghi di culto cattolico, il più famoso dei quali è l'Abbazia di Saint-Martial a Limoges. Il suo culto rimane molto popolare anche nel Limousin.

0 : 00

Sappiamo che il primo vescovo fu sepolto nel cimitero vicino a Via Agrippa. Sulla sua tomba fu costruita nel primo Medioevo un'abbazia, tappa sul percorso di pellegrinaggio a Santiago de Compostela. Negli anni '60, furono eseguiti scavi a Limoges sul sito dell'antica abbazia di Saint-Martial, durante lo scavo di un parcheggio sotterraneo sotto Place de la République. Nei resti di una cripta vengono scoperti una tomba attribuita al santo e un mosaico dell'Alto Impero che testimonia l'importanza del personaggio sepolto.

È così che Adémar de Chabannes, un monaco dell'Abbazia di Saint-Martial, racconta la sua storia in "Vita prolixior": Sulla sua strada, verso Augustoritum, attraversò Ahun dove ridiede la vista a dei sacerdoti pagani che l’avevano molestato, fu allora che il demone uscì da una statua di Giove che si spezzò. Marziale guarisce un paralitico che gli ha chiesto aiuto. Cristo apparve a Marziale, ordinandogli di lasciare la città di Ahun per continuare la sua missione: "Non aver paura di scendere a Limoges, dove ti glorificherò e sarò sempre con te". Arrivando nella capitale di Lemovices, Martial guarisce un pazzo in presenza della sua hostess Suzanne e di sua figlia Valérie. Ma due preti pagani, André e Aurélien, fecero incarcerare i tre compagni; i due gallo-romani furono colpiti da un fulmine che li uccise. Marziale li rianimò, quindi immediatamente dopo che i due pagani confessarono tutti i loro peccati. Dopo il miracolo di Santa Valérie - vedi sotto - Martial rianimò il suo carnefice e Hildebert, figlio del conte di Poitiers, che era annegato a Vienne. I tre evangelizzatori partirono per convertire il resto dell'Aquitania, arrivarono a Bordeaux dove Martial guarì Sigisberto, conte della città, che era paralizzato. La città fu quindi vittima di un incendio, ma Martial del suo bastone spense il fuoco. Quindi partì per Poitiers dove Cristo gli apparve, annunciando i martiri di San Pietro e San Paolo; qualche tempo dopo, riapparve, dicendogli che sarebbe morto presto. Marziale tornò a Limoges e scelse Aurélien, l'ex sacerdote pagano, come suo successore; l'evangelizzatore mori’ durante una messa a cui avevano partecipato molti devoti che avevano visto l'anima dell'apostolo salire in cielo. Il primo vescovo di Limoges fu sepolto fuori città; sulla via della processione funebre fu guarito un paralitico, il primo di una lunga processione di pazienti che sarebbero venuti per chiedere la loro guarigione sulla tomba di San Marziale.

Contenuto soggetto alla licenza CC-BY-SA. Fonte: articolo su Marziale di Limoges da Wikipedia in italiano (autori).