Il Figlio dell'uomo si è consegnato...

Martedì 25 febbraio 2020 - Settima settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Marco 9, 30-37 - Possa la croce del Signore essere il mio unico orgoglio! Attraverso di essa, il mondo è crocifisso per me e io per il mondo.

Leggi tutto...

Giovedì 13 febbraio 2020 - Quinta settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Marco 7, 24-30 - Accogliete dolcemente la Parola seminata in noi: è lei che può salvarti.

0 : 00

Dio, con la venuta di suo Figlio, vuole far parte della nostra vita per la nostra salvezza. Che possiamo sapere come dargli il benvenuto che merita e allontanarsi dalla fastidiosa idea che nessuno possa interferire nella nostra vita privata perché non è una questione di persone ma di Dio che vuole solo la nostra salvezza e anche quella di tutti.

In questo caso specifico del Vangelo, la donna che si prostra e implora Gesù non è ebrea ma la sua fede e la sua sicurezza sanno che Gesù può venire in suo aiuto e per la sua perseveranza, nonostante le parole piuttosto aspre di Gesù, lei ha finito per ottenere quello che voleva.

La salvezza che Gesù ci ha portato non fa differenza tra gli uomini. Inoltre, se Dio stesso non fa alcuna differenza tra noi, è anche nostro dovere abolire tutte le forme di discriminazione tra di noi.