Erode mandò a decapitare Giovanni in prigione ...

Sabato 1 agosto 2020 - 17a settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 14, 1-12 - Beati coloro che sono perseguitati per la giustizia, perché di loro è il regno dei cieli!

Leggi tutto...

Giovedì 30 luglio 2020 - 17a settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 13, 47-53 - Signore, apri i nostri cuori per renderci attenti alle parole di tuo Figlio.

0 : 00

Cari cristiani, il Vangelo che la Chiesa ci offre per questa settimana rivela e descrive in dettaglio la natura del regno dei cieli. Gesù usa parabole per raccontarlo, così che possiamo avere una vera speranza per il futuro.

Quindi Gesù lo paragona a una rete gettata nel mare. Vale a dire che da quando Dio ha creato il mondo, ha fatto della sua parola una rete per radunare tutta l'umanità per presentare tutti gli uomini, sia i giusti che i malvagi, prima del suo giudizio alla fine dei tempi. In quel momento, Dio separerà i giusti dai malvagi, e porterà i giusti nel regno che ha preparato a lungo, e getterà i malvagi in una fornace ardente per sempre. Ed è allora che Dio distinguerà coloro che hanno perseverato nella sua parola e fatto ciò che è giusto e buono nella loro vita. Ma quelli che sapevano e avevano deliberatamente scelto il male e l'ingiustizia nelle loro vite subiranno un brutto bilancio per la loro vita eterna.

Considerati quindi, per noi cristiani e per coloro che professano di essere discepoli di Cristo, che il tempo in cui Dio distinguerà tra il bene e il male, tra i giusti e i malvagi, è inevitabile. Coloro che sono degni dell'Agnello entreranno nel suo regno, ma i lupi travestiti da pecora andranno alla distruzione eterna. Pertanto, Dio non sarà in grado di fare nulla per noi in quel momento, può solo rispettare pienamente la nostra scelta fatta prima. Quindi prepariamo e viviamo da ora in terra il paradiso, dove saremo accolti per una condotta di vita che trova grazia agli occhi di Dio.