Erode mandò a decapitare Giovanni in prigione ...

Sabato 1 agosto 2020 - 17a settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 14, 1-12 - Beati coloro che sono perseguitati per la giustizia, perché di loro è il regno dei cieli!

Leggi tutto...

Venerdì 31 luglio 2020 - 17a settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 13, 54-58 - La parola del Signore rimane per sempre; questa è la buona notizia che ti è stata annunciata.

0 : 00

Oggi la Chiesa celebra sant'Ignazio di Loyola, che con tutti i suoi atti vuole esprimere la gloria di Dio, e ne ha persino fatto il suo motto.

Nel vangelo di oggi, Gesù dichiara che la nostra umanità non può essere separata da noi. La nostra visione e il nostro stile di vita sono fortemente legati a questa umanità che ci blocca e ci rende incapaci di accedere alla natura e al mondo di Dio. Questo è ciò che ci fa diventare egocentrici, orgogliosi e autosufficienti, rifiutando Dio e gli altri. Perché la gelosia ci viene naturale quando vediamo i progressi degli altri e il loro successo. Il motivo è che non abbiamo lo Spirito di Dio in noi e non lavoriamo con Dio. Questo è ciò che è accaduto nel Vangelo che abbiamo appena ascoltato, gonfi di orgoglio e pregiudizio, i contemporanei di Gesù vedono in Lui solo la sua dimensione umana. Il nostro orgoglio umano oscura la grandezza dell'opera di Dio.

Inoltre, se il nostro cuore vuole vivere e possiede Dio, accettiamo qualsiasi messaggero o rappresentante di Dio, senza preoccuparci dei loro difetti legati alla loro condizione umana, ma concentrandoci sul messaggio che Dio vuole trasmettere. Quindi chiediamo a Dio che nella nostra famiglia, si degni di scegliere uno dei suoi profeti. In questi giorni di tormento legati a questa pandemia, molti cercano di deviare dalla chiamata che Dio fa a loro, pregano sempre di perseverare nella loro scelta.