Don Luca Treglia

Direttore della Radio dal 1996 al 1998,
poi dal 2006 al 2015.

Don Cosimo Alvati

Direttore della Radio dal 1998 al 2006.

Don Franck Randriamiandrinirinarivo

Direttore della Radio dal 2015.

Radio Don Bosco

Plus je l'écoute, plus je l'aime

previous arrow
next arrow
Slider

1 dicembre - Charles Eugène de Foucauld de Pontbriand, nasce a Strasburgo il 15 settembre 1858. Secondo figlio di Elisabeth Beaudet de Morlet e Édouard de Foucauld de Pontbriand, ispettore forestale. Il suo fratello maggiore è morto all'età di un mese.

0 : 00

I suoi genitori, sono personaggi famosi del regno, sia suo padre del Périgord, sia sua madre della Lorena. Fu battezzato il 4 novembre 1858 nella chiesa di Saint-Pierre-le-Jeune e fu allevato dalla madre, Elisabetta, nella fede cristiana, con atti di pietà. Elisabetta, la madre di Carlo, subì un aborto spontaneo che la portò alla morte il 13 marzo 1864. Suo padre, pochi mesi dopo, morì il 9 agosto di nevrastenia. Charles aveva solo sei anni all'epoca. I suoi nonni hanno allevato lui e la sua sorellina. Quando i nonni morirono, furono allevati dalla zia. Va notato che Charles ha frequentato la scuola primaria ed elementare a Strasburgo, poi ha continuato i suoi studi a Nancy. Il 28 aprile 1872 ricevette la prima comunione e il sacramento della confermazione dal vescovo Joseph-Alfred Foulon. Man mano che cresceva nella conoscenza, si allontanava dalla fede e diventava egoista. Quando Carlo ottenne il diploma di maturità il 12 agosto 1874, fu mandato a Versailles, a Sainte-Genève, per prepararsi all'ingresso alla scuola militare di Saint-Cyr. Si risentiva delle regole del collegio e rinunciò completamente alla religione. Ottenne il secondo diploma di maturità nel 1875. Fu espulso dalla scuola per pigrizia e indisciplina e tornò a Nancy. Un anno dopo entrò a Saint-Cyr, e quando raggiunse i diciotto anni la sua proprietà gli fu trasferita e visse nel lusso, il minimo che si possa dire è che Charles cadde in dissolutezza. A ventitré anni decide di lasciare Saint-Cyr ed esplorare il Marocco, dove si spaccia per ebreo. Ha ricevuto una medaglia d'oro per le sue ricerche e, nel 1888, ha pubblicato un libro dal titolo "Reconnaissance au Maroc".

Quando Charles de Foucauld tornò in Francia e incontrò molti sacerdoti e persone, si pentì e riacquistò la fede cristiana e si unì ai trappisti il 16 gennaio 1890. Desideroso di sperimentare la povertà e la penitenza, lasciò i trappisti e visse da eremita nel 1891. Visse in Palestina e scrisse molte preghiere e meditazioni, inclusa la famosa "preghiera di resa". Va notato che Charles de Foucauld fu ordinato sacerdote a Viviers il 9 giugno 1901 e tornò nel Sahara a Béni-Abbés, nel deserto algerino. Ha creato un nuovo ordine, e testimoniato con l’esempio. Ha studiato cultura tuareg e per dodici anni ha scritto un dizionario in tuareg e in francese. Questo lavoro di Charles de Foucauld è uno dei lavori più noti sulla ricerca culturale tuareg. Charles ha accettato il Vangelo con sincerità. Predicando il Vangelo, senza costringere gli altri, ha testimoniato a Gesù nel rispetto delle altre religioni e ha insegnato il primato dell'amore per vivere in comunità. Il 1° dicembre 1916, Charles de Foucauld fu assassinato sulla porta di casa sua. Ben presto fu considerato un santo e molti lo venerarono. Molte organizzazioni hanno anche preso i suoi scritti e il suo esempio di vita per la spiritualità. Fu nel 1927 che iniziò il processo per la sua beatificazione. Fu temporaneamente sospeso durante la guerra algerina, poi ripreso in seguito. Il 24 aprile 2001, Papa Giovanni Paolo II ha approvato il decreto di virtù eroica di padre de Foucauld, divenuto così venerabile. Charles de Foucauld è stato beatificato da Papa Benedetto XVI il 13 novembre 2005.

Giustizia per lo sviluppo dei deboli

Seguite in video gli auguri di Sua Eminenza il Cardinale Tsarahazana Mons. Désiré. "Se vogliamo essere felici, dobbiamo promuovere la giustizia", ha detto monsignor Désiré Tsarahazana durante la presentazione degli auguri per il popolo malgascio. Dio ci ama tutti senza discriminazioni, ecco perché dobbiamo rispettarci a vicenda, aiutare e proteggere i deboli.

Leggi tutto...

Quali salesiani?

Dal 16 Febbraio al 04 aprile 2020, la Congregazione salesiana terrà il Capitolo Generale 28° (CG 28) a Torino-Valdocco. Questo Capitolo presenta due interessanti novità: Il ritorno a Valdocco, a 62 anni dall’ultimo che si svolse presso la Casa Madre dei Salesiani, (il CG18) e soprattutto l’approccio e un  Capitolo Generale che prende il titolo da una domanda « Quali salesiani per i giovani di oggi? »

Leggi tutto...

Animati dalla speranza

Il 29 dicembre è stato pubblicato in cinque lingue il commento ufficiale del Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, sulla Strenna 2021 "Animati dalla speranza: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose" (Ap 21,5) lingue: italiano, inglese, spagnolo, portoghese e francese.

Leggi tutto...